COS’È LO YOGA

Lo yoga è una disciplina molto antica nata in India che ci fornisce degli strumenti per migliorare la nostra persona nella sua globalità. Lo yoga è entrato nella cultura occidentale in modo importante a partire dagli anni ’70 e non ha più smesso di crescere. In molti pensano che lo yoga sia una sorta di fitness, altri pensano che significhi stare seduti ore a meditare e in generale non se ne ha un’idea precisa. Lo yoga è un mondo vasto e sono sorti molti tipi di Yoga e diventa in effetti capire che cosa è e come orientarsi.

In primo luogo approcciandosi a questa disciplina bisogna aver voglia di sperimentare. Lo yoga, è un’esperienza diversa per ognuno, e ognuno solo sperimentandolo può capirlo. In linea generale yoga significa unione tra mente e corpo e tra l’individuo e la realtà che lo circonda in tutte le sue forme. Questa unione avviene attraverso il respiro. Respiriamo in modo automatico per assolvere le funzioni vitali e lo facciamo in modo inconsapevole non ci accorgiamo di come respiriamo e in generale che respiriamo.

Quando si pratica Yoga è importante portare attenzione al respiro sia che si stia facendo una pratica più veloce sia che si stia mantenendo una posizione per diversi respiri. Il respiro e il movimento ci permettono di rimanere nel ‘qui ed ora’, nel presente, lasciando scivolare le preoccupazioni per il futuro e i pensieri rivolti al passato fuori dal momento che stiamo vivendo. Lo Yoga quindi è un metodo che se seguito con costanza ci aiuta a vedere con più chiarezza il nostro presente e a viverlo in modo più sereno.

Le pratiche proposte da questo centro hanno una prima parte di centratura su di sé, una parte di lavoro con il corpo (respirando!) e un rilassamento finale. Lo Yoga è un caleidoscopio, appena pensi di conoscerne una parte, scopri che vi sono molte altri modi di praticarlo.

QUALE YOGA E’ PIU’ ADATTO A ME?

HATHA

Nato in India, lo yoga è una disciplina che punta, attraverso esercizi fisici, respirazione e meditazione, a unificare il corpo e lo spirito .La parola Hatha deriva dall’unione di Ha – Sole e Tha – Luna, che simboleggerebbe la necessità di unire le polarità in generale la parola Yoga significa unione tra mente e corpo e individuo e cosmo. Lo scopo delle lezioni di Hatha è yoga principale quello di conservare il corpo in una condizione fisica ottimale e di migliorare anche il benessere mentale. Generalmente nelle lezioni di Hatha Yoga una postura è tenuta per più respirazioni. La lezione è strutturata in una fase di concentrazione su di sé, riscaldamento, pratica di posizioni/asana, e un rilassamento finale.

VINYASA

La parola vinyasa può essere tradotta come “posizionare in un modo speciale” oppure come “presenza nel cambiamento”. Con questo stile ci si riferisce al collegamento che avviene nella pratica tra il movimento e respiro. E’ una pratica più dinamica rispetto all’Hatha Yoga. Quando avviene applicato il principio del vinyasa infatti ogni movimento del corpo è associato ad un atto respiratorio secondo le indicazioni dell’insegnante. Grazie a questa unione tra movimento e respirazione si è totalmente presenti, non solo quando si fa una posizione, ma anche quando si passa da un asana all’altro. Nel Vinyasa l’allievo impara a seguire delle sequenze di asana che sono concepite in modo da poter seguire la lezione in modo fluido. In questo modo la mente non si distrae ma è costretta a stare nel momento presente anche nelle fasi di transizione della pratica ed è proprio quando si è presenti nel “qui ed ora” che si sta facendo yoga.

SOFT YOGA

Le lezioni di Soft Yoga consistono in una pratica tranquilla che prevede diverse fasi di preparazione alle posture di base. Lentezza e accuratezza sono i requisiti fondamentali per eseguire in sicurezza le posture e godere così dei loro benefici. Il corso si rivolge principalmente ai non più giovanissimi, che potranno riscoprire potenzialità che credevano ormai perse, ma è ottimo anche per chi ha subito traumi o ha bisogno di rimettersi in moto con gradualità. Infine, la pratica del Soft Yoga può essere utile anche agli sportivi e agli allievi sani ed esperti all’interno di una corretta pianificazione dei cicli di carico e scarico.